I titoli di oggi

27 gennaio 2012 – Presseurop La Stampa, Polska The Times, Financial Times Deutschland & altri 5

Il piano per il rilancio che sarà presentato da Germania e Francia al Consiglio europeo del 30 gennaio prevede un progetto europeo per la formazione professionale e la creazione di un'agenzia per l'impiego comunitaria.

La Stampa, Torino

Europa, il piano per i giovani

Il primo ministro polacco ha annunciato che non firmerà il patto sul bilancio che sarà discusso dai 27 in occasione del vertice del 30 gennaio, a meno che al suo paese non sia consentito di partecipare ai summit dell'eurozona una volta l'anno.

Polska The Times, Varsavia

Il ricatto e piano di Tusk sul patto

La crisi greca è lontana dalla conclusione. Il commissario europeo agli affari economici e monetari Olli Rehn crede che saranno necessarie garanzie maggiori, e si va verso un altro vertice straordinario.

Financial Times Deutschland, Amburgo

I greci hanno bisogno di altro denaro

Stefan Löfven, a capo del potente sindacato metallurgico IF Metall, è stato nominato alla guida del Partito socialdemocratico al posto di Håkan Juholt, dimessosi il 21 gennaio. Saldatore di professione, Löven è il primo operaio alla testa del partito, scelto con la speranza di riconciliare una formazione segnata da profonde spaccature.

Sydsvenskan, Malmö

Pronto a saldare il partito

In visita a Berlino, il primo ministro spagnolo ha incassato i complimenti di Agnela Merkel per le sue riforme economiche, e non ha chiesto alcuna modifica del patto per la riduzione del deficit del suo paese.

ABC, Madrid

Rajoy assicura che la Spagna rispetterà gli impegni

A seguito delle pressioni del ministro degli esteri olandese, l'Ue ha cancellato il riferimento a un rapporto della rappresentanza diplomatica a Tel Aviv che attaccava la colonizzazione israeliana nei territori palestinesi, incluso in una dichiarazione di Bruxelles pubblicata il 23 gennaio e fortemente critica verso Israele.

NRC Handelsblad, Amsterdam

Rosenthal interviene su un testo dell'Ue critico nei confronti di Israele

Le rivelazioni secondo cui i servizi tedeschi avrebbero sorvegliato 27 deputati del partito di sinistra Die Linke rilanciano la polemica sulla mancata attenzione verso i movimenti di estrema destra.

Cieco dall’occhio destro