I titoli di oggi

1 agosto 2012 – Presseurop La Stampa, La Tribune, El País & altri 4

In occasione di un incontro a Parigi, il presidente francese François Hollande e il primo ministro italiano Mario Monti hanno ribadito l’impegno a fare tutto ciò che è in loro potere affinché l’eurozona sia “difesa, preservata e consolidata” e siano messe in atto le decisioni prese al vertice europeo del 28 e 29 giugno.  “Siamo alla fine del tunnel”, ha dichiarato Monti mostrando il proprio ottimismo.

La Stampa, Torino

Roma-Parigi, asse per l’euro

Alla recessione in Spagna si aggiungono le cifre catastrofiche nel settore edile in Francia e il primo aumento da febbraio della disoccupazione in Germania. Secondo gli ultimi dati di Eurostat, a giugno il tasso di disoccupazione nell’eurozona ha raggiunto l’11,2 per cento.

La Tribune, Parigi

Europa, si propaga lo stallo economico

Con la Spagna stretta nella morsa di una doppia crisi del debito e bancaria, i rappresentanti delle comunità autonome di Catalogna e Andalusia non hanno partecipato al Consiglio della politica fiscale e finanziaria, che riunisce il ministro delle finanze nazionale Cristóbal Montoro e i suoi omologhi regionali. Due altre regioni, le Canarie e le Asturie, hanno votato contro la limitazione da parte del governo centrale del deficit delle 17 regioni allo 0,7 del pil per il 2013.

El País, Madrid

Catalogna e Andalusia assenti nel momento cruciale per l’euro

Secono Hans-Werner Sinn, presidente dell’Ifo (il principale istituto economico tedesco), la Germania scivolerà in recessione nella seconda metà dell’anno. Per la Polonia è una pessima notizia, dato che il 25 per cento delle sue esportazioni sono dirette al vicino occidentale.

Dziennik Gazeta Prawna, Varsavia

Arriva la recessione tedesca. L’effetto rimbalzo ci minaccia

Dopo diversi giorni di discussioni, i negoziati tra i partiti della coalizione di governo per risparmiare altri 11,5 miliardi di euro nel 2013 e nel 2014 sono arrivati a un punto morto. Il Pasok (socialisti) e la Sinistra democratica si rifiutano di tagliare i salari e le pensioni, mentre il primo ministro conservatore Antonis Samaras ha fretta di annunciare le nuove misure alla troika Ue-Bce-Fmi, attualmente ad Atene.

To Ethnos, Atene

Improvvisamente, lo stallo del governo

Dopo che il primo ministro Victor Ponta ha ammesso il fallimento del suo tentativo di destituire il presidente Traian Băsescu, quest’ultimo ha chiesto alla coalizione di governo di centro-sinistra di concentrarsi sull’economia, indebolita dal calo della moneta nazionale delle ultime settimane.

Evenimentul Zilei, Bucarest

La guerra politica è finita, ora serve rilanciare l’economia

Un tribunale di Mons, in Vallonia, ha concesso la libertà condizionata a Michelle Martin. La compagna e complice di Marc Dutroux – l’uomo che negli anni Novanta ha rapito, violentato e ucciso diverse ragazze – potrebbe uscire di prigione entro un mese per entrare in un convento di suore clarisse. La donna ha scontato 16 dei 30 anni della condanna. Trauma nazionale, “la vicenda Dutroux è un crimine che la società non intende perdonare”, scrive il quotidiano, pur ammettendo che “le pene ordinarie si applicano anche ai casi straordinari, e questa è l’unica garanzia che la giustizia sia uguale per tutti”.

Logo – Le Soir, Bruxelles

La liberazione impossibile